10 vignette sul perché sembro un Rottweiler con la rabbia quando si parla di violenza sulle donne

2 Comments

  1. gaberricci

    Io penso che gli uomini che si sentono offesi quando si parla di “violenza di genere” (termine ampio per includere tutto ciò di cui hai disegnato) siano quelli che in qualche modo hanno la “coscienza sporca”: non per forza quelli che sono esplicitamente violenti, ma anche semplicemente quelli che dalla condizione di inferiorità femminile ricavano vantaggio, anche solo “relazionale”. Non ho mai trovato offensive le (giuste) denunce femministe: mi pare chiaro che il problema è la cultura maschilista, non il singolo uomo e nemmeno gli uomini nel loro complesso.

    Dimmi se sbaglio. È comunque difficile uscire da questa cultura, che a volte emerge anche inconsapevolmente.

    1. Sted

      È esattamente quello che ho provato a dire a tutti i maschi che mi hanno sbraitato contro che sono sessista e che odio i maschi (lol).
      Senza contare poi che c’è un’ampia fetta di maschi indifferenti, che con la loro indifferenza avallano ogni tipo di violenza sulle donne e sono quindi ugualmente parte del problema.
      Nessuno di loro è stato capace di ascoltarmi, hanno solo saputo fare paragoni completamente fuori luogo e riempirmi di insulti (dandomi -di fatto- ragione, arilol)

Condividi la tua opinione!1!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.