SE LA NOSTRA CASA NON È UN POSTO SICURO, NOI NON RESTIAMO A CASA!

Qualche settimana fa mi hanno contattata le ragazze del Movimento Donne contro i Fascismi (una rete di cui fanno parte, oltre ai singoli, operatrici dei centri antiviolenza della regione Marche e attiviste femministe dei vari territori) per chiedermi di collaborare alla loro campagna contro la violenza tra le mura domestiche, un’emergenza che non è iniziata, né finirà, con l’emergenza covid.
Ogni lunedì quindi cercherò di far uscire una vignetta, che andrà a toccare i punti trattati durante le assemblee (attualmente) virtuali della rete.
Per maggiori informazioni, andate qui: Movimento Donne contro i fascismi
movimentodonne1violenza economica

Non sono sempre stanca: mi disegno così.

Un commento

  • gaberricci

    Pensandoci, temo che anche questa storia di poter vedere “i parenti fino al sesto grado” potrebbe ritorcersi contro le donne che magari erano riuscite ad uscire da questa gabbia. Ulteriore prova che il DPCM è stato scritto mettendo al centro l’uomo bianco eterosessuale tra i trenta ed i cinquant’anni (ho paura: sono io. Non voglio essere il pubblico di riferimento del governo Conte).

Condividi la tua opinione!1!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: