Fumettiste e illustratrici: 10 artiste da seguire – Donna Moderna

Fumettiste e illustratrici: 10 artiste da seguire – Donna Moderna

di Caterina Sangiorgio

Donne che affrontano la realtà con ironia, che accendono i riflettori su tematiche essenziali o che distruggono i pregiudizi, con abilità: ecco 10 fumettiste e illustratrici che devi proprio cominciare a seguire

Il mondo dei fumetti e delle illustrazioni è stato, per lunghissimo tempo, dominato da uomini. Le donne sembravano per lo più galleggiare in questo universo che identifica il nerd nel classico ragazzo emarginato.

Da qualche anno però le cose si stanno muovendo verso una nuova direzione. Affilate le penne e caricate le tavolette grafiche, fumettiste e illustratrici da ogni parte del mondo hanno cominciato a farsi spazio, ad affermarsi e a cambiare la storia.

Il percorso che queste talentuose artiste stanno facendo le rende delle vere e proprie pioniere: forti, ribelli e schiette, si prendono il mondo e diventano modelli d’ispirazione. Eccone 10 che devi iniziare a seguire.

Sted e Zerorisposte: la denuncia e l’impegno sociale

Granitica, spigolosa e a tratti dura: Sted, all’anagrafe Stefania Lancia, è una fumettista e illustratrice e italiana il cui lavoro non può e non deve essere ignorato.

Ha dato vita a Zerorisposte, un progetto che vede protagonista il suo alter ego a fumetti mentre parla di patriarcato, di uomini beceri, di violenza sulle donne e di come, nella gran parte dei casi, la società minimizzi espressioni o comportamenti inaccettabili verso il genere femminile.

Uscita da una relazione violenta nel 2014, Sted vuole, con il suo Zerorisposte, aprire un dibattito e incoraggiare chiunque si trovi in situazioni simili a denunciare. Perché nessuna violenza, né psicologica né fisicia, è e sarà mai tollerabile.

Una replica a “Fumettiste e illustratrici: 10 artiste da seguire – Donna Moderna”

  1. Intanto complimenti per la strada che ti stai facendo.
    L’introduzione di questo articolo mi ha fatto riflettere sul fatto che anche l’idea del fumettista come “il classico ragazzino nerd sfigato” è maschilista: se sei un maschio, ti possono interessare i fumetti solo se sei “strano”. Altrimenti passeresti il tuo tempo a pensare alle donne e al pallone. Se sei una femmina, be’, non ne parliamo, perché dovrebbero piacerti i fumetti? Sono cose da maschio! Aberrante.

Condividi la tua opinione!1!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.